martedì 13 giugno 2017

La traversata delle tre vette del Corno Grande

Salita storica, articolata, panoramica, grandiosa e - nonostante le basse difficoltà tecniche - abbastanza impegnativa.
La traversata delle tre vette porta a raggiungere la più alta elevazione del Corno Grande passando per la Vetta Orientale, la Centrale ed il Torrione Cambi, in ambiente sempre grandioso che richiede passo fermo e buon orientamento.
La via può essere percorsa sia partendo dalla Vetta Occidentale sia partendo dalla Orientale, ma è la seconda opzione ad essere preferibile per logicità.
Nel corso della traversata, anche a stagione inoltrata, potrebbero risultare necessari i ramponi, oltre che - ovviamente - una dotazione di qualche rinvio, cordini, friends medi e materiale per le doppie.
Una corda da 60 metri è sufficiente per l'intero itinerario.

Accesso: Prati di Tivo (TE)
Tempo di percorrenza: 9 ore dal Rif. Franchetti, 6 ore e 30 dalla Vetta Orientale alla Occidentale
Dislivello: 600 metri
Difficoltà: AD (pass. II, III)
Valutazione: *****


giovedì 27 aprile 2017

Corno Piccolo, Via della Goccia

Certamente mai avremmo immaginato di salire questa via a fine aprile, a primavera ormai inoltrata.
Erano già alcuni inverni che parlavamo della Via della Goccia, anche se finora la cosa era rimasta nel cassetto.
La salita è veramente interessante e divertente: nulla di tecnicamente impossibile ma comunque impegnativa e da non sottovalutare, soprattutto per quanto riguarda l'individuazione delle condizioni ideali. 
Siamo usciti con quattro tiri in totale, di cui due - quelli sulla goccia - più impegnativi e molto poco proteggibili.
Per una ripetizione utili un paio di viti da ghiaccio corte, cordini e qualche chiodo per attrezzare le soste degli ultimi due tiri. Le prime due soste sono attrezzate a spit.

Accesso: Prati di Tivo (TE)
Tempo di percorrenza: 7 ore a.r.
Dislivello: 650 m. fino in vetta, 200 m. lo sviluppo della via
Difficoltà: D+
Valutazione: ****

mercoledì 12 aprile 2017

Corno Piccolo, Variante alla Via del Camino di Mezzo

Quest'anno la tarda stagione riesce a regalare ancora ottime sorprese.
La direzione era all'inizio, genericamente, la nord del Corno Piccolo, l'intenzione quella di fare qualcosa di tranquillo su buona neve.
Alla fine, complice l'abbondanza di ghiaccio, ci siamo trovati a salire per una bella variante alla Via del Camino di Mezzo.
La linea percorsa credo sia salibile nelle condizioni da noi trovate solamente alla fine dell'inverno e comunque quando le prime scaldate consentono alla neve di creare ghiaccio di fusione.

Accesso: Prati di Tivo (TE)
Tempo di percorrenza: 5,30 ore a.r.
Dislivello: 650 m. fino in vetta
Difficoltà: D (2+ su ghiaccio)
Valutazione: ****

lunedì 3 aprile 2017

La vetta orientale per la ferrata Ricci

D'estate la ferrata Ricci è un modo divertente per raggiungere la vetta orientale del Corno Grande, le difficoltà sono grossomodo contenute e la vicinanza al Rifugio Franchetti rende l'accesso comodo e fruibile a molti escursionisti.
Con la stagione invernale il percorso cambia però drasticamente, i cavi della ferrata sono coperti dalla neve ed i pendii nevosi devono essere affrontati con picche e ramponi.
L'ambiente è ampio e la salita piacevole, senza particolari difficoltà tecniche. La salita può terminare all'uscita della ferrata o proseguire sino alla panoramica vetta orientale, consigliata.

Accesso: Prati di Tivo (TE)
Tempo di percorrenza: 5 ore a.r.
Dislivello: 900 metri
Difficoltà: AD-
Valutazione: ****

lunedì 13 marzo 2017

Il Monte Gorzano da Cesacastina

I Monti della Laga visti dal Gran Sasso sembrano dolci colline; dalla Laga, guardando verso sud, il Re dell'Appennino si mostra in tutta la sua grandezza.
Salendo al Gorzano dal paesino di Cesacastina non si può fare a meno di rimanere incantati davanti alla visuale che si ha sul massiccio del Gran Sasso.
La salita è abbastanza lunga ma sempre su pendenze lievi e costanti; in discesa, condizioni della neve permettendo, ci si diverte alla grande!

Accesso: Cesacastina (TE)
Tempo di percorrenza: 5 ore a.r.
Dislivello: 1400 m
Difficoltà: MS
Valutazione: ****

giovedì 9 marzo 2017

Il Monte Girella da San Giacomo

Itinerario piacevolissimo e sciata fantastica. Il percorso, ottimo da fare con gli sci, è divertente anche con le sole ciaspole ai piedi.
Le pendenze sono in genere lievi e si cammina quasi sempre a vista, quindi senza troppi problemi di orientamento.

Accesso: San Giacomo (TE)
Tempo di percorrenza: 4 ore e mezza a.r.
Dislivello: 900
Difficoltà: MS
Valutazione: ****

martedì 10 gennaio 2017

Il Corno Grande per il canale Bissolati, discesa per la cresta Ovest

Partito inizialmente per affrontare il canale del Tempio, mi sono trovato costretto a deviare sul vicino Bissolati perchè impossibile salire il primo.
Sempre divertente la discesa lungo la cresta ovest, dove serve un po'd'attenzione soprattutto con neve e ghiaccio.

Accesso: Campo Imperatore (funivia Fonte Cerreto)
Tempo di percorrenza: 4 ore a.r.
Dislivello: 800 metri
Difficoltà: PD+
Valutazione: ****